Giovane cuoco diplomato…

giovane cuoco

Di Fabio Riccio Qualche giorno fa’ sono stato a mangiare in un “nuovo” locale. Locale bello, accogliente, messo su’ con tutti crismi, e anche con qualche tocco di eleganza esteriore, pur tra qualche rovinosa caduta di stile. Dove è sito … Leggi il seguito…

A volte ritornano – il riciclaggio dei grissini…

di Fabio Riccio Spesso, ritornano individui di cui speravamo l’eliminazione, anzi l’obliterazione, magari non fisica, ma almeno “morale”, alias… toglierceli per sempre dai piedi. Ritornano pseudo parenti di quinto grado, esseri dati per dispersi chissà dove, e che invece compaiono … Leggi il seguito…

IL SERVILISMO GASTRONOMICO

IL SERVILISMO GASTRONOMICO

Di  Fabio Riccio
In tanti anni di vagabondaggi gastronomici per le italiche contrade, da nord a sud mi è capitato di tutto.  Per tutto…  intendo proprio di tutto! Noi gastro-critici di provincia siamo volti noti. Ogni tanto si è invitati come “esperti del settore” a manifestazioni e convegni di tema alimetar-gastronomico.
Immancabilmente in questi consessi qualche ristoratore ci capita… e da li a distribuire “foto segnaletiche” del critico, o solo delle descrizioni fisiche del sottoscritto e dei suoi colleghi, il passo è breve.

critico gastronomico
Il critico gastronomico fabio Riccio in azione…

Aggiungiamo anche che alcuni ristoratori sono anche nostri amici, e la frittata è fatta.
Un buon 50% degli chef conosce le sembianze del sottoscritto e dei suoi colleghi delle zone limitrofe (e non solo): questo è un mero dato statistico.
Va bene direte voi, e con ciò?  Senza scomodare il famoso professor Cuozzo, esperto in medicina Taoista che per ogni interrogativo o asserzione non lesinava il suo celebre “e con ciò?”, questo è un bel problema.

Leggi il seguito…IL SERVILISMO GASTRONOMICO

Mai fidarsi degli amici buongustai

Da grande voglio fare lo Scef

Di Fabio Riccio, Ennesima disavventura, della serie… mai fidarsi degli amici buongustai (e anche di qualche guida gastronomica). Noi gastrogolosi abbiamo un problema, o per meglio dire… soffriamo di una sindrome: non siamo mai “sazi” della nostra insana (per arterie … Leggi il seguito…