Il peggior calzone della mia vita

Il peggior calzone della mia vita cillarichijene abruzzese mini

maldestro incrocio tra un brufolo gigante e un “cillarichijene” (un buon dolcetto Abruzzese), il peggior calzone della mia vita si è rivelato essere la sagra degli orrori per il campionario degli errori che, solo chi prova ad improvvisarsi pizzaiolo ma non lo è, può fare. Continua a leggere Il peggior calzone della mia vita

Ridiscutere seriamente i canoni con cui si giudica un vino…

ridiscutere seriamente i canoni con cui si giudica un vino espertone mini

Storia tristemente vera. Credo sia il caso di meditarci su, e forse di iniziare a pensare di ridiscutere seriamente i canoni con cui si giudica un vino… Continua a leggere Ridiscutere seriamente i canoni con cui si giudica un vino…

Una margherita decente…

margherita decente margherita indecente nel piatto

Sono stufo di margherite buone solo da rimandare al mittente spacciate per capolavori perché il pizzaiolo ha partecipato a una delle mille e più gare di pizza che ormai invadono l’Italia, oppure è riuscito a strappare cinque minuti in televisione, cosa che ormai non si nega a nessuno Continua a leggere Una margherita decente…

Piccola fenomenologia del panettone artigianale…

panettone artigianale piccola fenomenologia semiseria

molti panettoni artigianali sono dolci che con il panettone hanno ben poco da spartire, indi… quanti di questi dolci che si fregiano dell’etichetta di “Panettone artigianale” vanno considerati ancora panettoni? Continua a leggere Piccola fenomenologia del panettone artigianale…

Dov’è finito il vino Novello?

vino novello scomparso bottiglie e grappoli

in Italia, nessuna regione esclusa, si possono fregiare della dicitura in etichetta di “Vino Novello” anche vini con un minimo del 40% uve sottoposte alla macerazione carbonica (prima era peggio, solo il 30%!). Continua a leggere Dov’è finito il vino Novello?

Il Trabocco senza mare…

trabocco senza mare giornata cupa

trabocco senza mare
Oggettivamente emozionanti a vederli e a saperli ancora qui dopo tanto.
Per chi vive da queste parti sono cosa intima. Famigliare.
Motivo di appartenenza e, diciamolo, di una sorta di orgoglio. Continua a leggere Il Trabocco senza mare…

Santa Zita protettrice dei camerieri…

Santa Zita protettrice dei camerieri ritrovamento chiavi di casa

Per farla breve, credo che ieri sera Santa Zita abbia compiuto un vero e proprio miracolo nell’infondere una pazienza degna delle sfere celesti, ad un povero e malcapitato cameriere di una pizzeria. Santa Zita protettrice dei camerieri. Continua a leggere Santa Zita protettrice dei camerieri…

A proposito di critica gastronomica…

a proposito di critica gastronomica

Immodestamente, proviamo a fare “critica gastronomica” e non componimenti semi-poetici dove tutto è positivo.
Continua a leggere A proposito di critica gastronomica…

Dalla racchetta alla forchetta…

dalla racchetta alla forchetta tennis fantozzi Stefano capone

dalla racchetta alla forchetta

“Oh, ieri sera ho mangiato degli arrosticini fenomenali! Tanti! Pecora pura! ”
Rovescio….
“Veramente! E dove? Dobbiamo assolutamente andare…” Continua a leggere Dalla racchetta alla forchetta…

Cooking Show cui prodest?

cooking show cui prodest ranocchi gourmet

L’essenza di un Cooking Show è semplice.
Un cuoco/cuoca, più o meno bravo, più o meno noto, più o meno stellato & forchettato, mostra al popolo gaudente di casalinghe, aspiranti blogger, foodies, influencer e altra umanità dolente, come si cucina un piatto.
Fine. Continua a leggere Cooking Show cui prodest?

Un capretto a cena e qualche divagazione sulla cucina di inizio millennio…

Un capretto a cena capretto in campagna

Un capretto a cena?
Domanda banale, ma se posta da un cuoco (non uso di proposito la parola chef) giovane, desta meraviglia.
Perchè? Continua a leggere Un capretto a cena e qualche divagazione sulla cucina di inizio millennio…