Pillole Gastrodegustative – I compagni di viaggio

Di Fabio Riccio

Pillole Gastrodegustative - i compagni di viaggioIl vino senza ombra di dubbio è il partner ideale del bravo degustatore. Se però partecipate a una degustazione orientata al solo cibo, è sempre bene bere “al calice”, magari chiedendo l’aiuto di un esperto che ci suggerisca i migliori abbinamenti.

Solitamente, se i piatti proposti sono molto diversi tra loro, è bene volgere lo sguardo su vini dall’acidità decisa (per i bianchi), o in alternativa molto ricchi di tannini (per i rossi). Un piccolo sorso di vino, magari piacevolmente trattenuto tra lingua e palato per qualche secondo, prepara a dovere il nostro apparato gustativo alla nuova portata, eliminando in gran parte i richiami dei sapori precedenti.

Pillole Gastrodegustative

 

Pillole Gastrodegustative

 

Fabio Riccio

A proposito di Fabio Riccio

Fabio Riccio - Interessato da più di venti anni al modo del cibo, crapulone & buongustaio seriale. Dal lontano 1998 collabora come autore alla guida dei ristoranti d'Italia de l'Espresso, ha scritto sulla guida le tavole della birra de l'Epresso, ha collaborato a diverse edizioni della guida Osterie d'Italia dello Slow Sood, ha scritto su Diario della settimana e L'Espresso, e quando capita scrive di cibo un po' ovunque. Infine è ideatore e autore di www.gastrodelirio.it - basta questo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*