Maccarone mi hai provocato

Maccarone mi hai provocato – l’approccio al cibo dell’Italia del dopoguerra

Di Mimmo Farina,

Il rapporto tra cinema e cibo è uno dei più semplici da notare.

In fondo siamo esseri, grosso modo, umani e il cibo fa parte della nostra vita in maniera imprescindibile.

Il cinema, almeno nella forma che al 95% invade le sale è racconto, e in un racconto, prima o poi, si mangia.

Si potrebbe anche essere mangiati, ma questo ci potrebbe portare ad un filone, come dire, più primordiale, che non è escluso potremmo affrontare prima o poi.

Molte scene memorabili di alcuni film sono legate a momenti alimentari e la pellicola che affrontiamo oggi non fa eccezione.

Maccarone mi hai provocato

Si tratta del celebre Un Americano a Roma diretto da Steno e interpretato, in maniera soverchiante, da Alberto Sordi.

Le vicende tragicomiche del “bamboccione” Nando Mericoni (secondo alcuni Moriconi) si intrecciano col suo desiderio di stelle e strisce e quindi, con l’incontro con la cultura, anche alimentare, dei nuovi padroni del vapore.

Nell’Italia degli anni ’50 parlare di America equivaleva a parlare di nuovo, fresco e moderno, di curiosità e di esoticità.

Così il nostro eroe abbandona il “vecchiume” rappresentato dalle tradizioni genitoriali e sposa, certo molto a modo suo, il “nuovo che avanza”.

Rientrato a casa osserva, con malcelato e modernista disprezzo, il maccherone, Maccarone mi hai provocato si dirà poi, roba da carrettieri, mica da figlio del progresso!

Che diamine!

Ovviamente anche il fiasco di rosso (della casa…) non può essere ingollato da un vero yankee.

Maccarone mi hai provocatoIl pasto americano (diciamo…) si compone di marmellata, yogurt, mostarda il tutto irrorato da un litro di latte… è da immaginare che simili connubi possano far rivoltare anche un esteta del junkie food, figurarsi chi abbia una minima sensibilità palatale.

Ed infatti, dopo un primo entusiastico approccio, il nostro Albertone fa fare al pasto alternativo, la fine che merita.

Con olimpica indifferenza il piatto di pasta viene reintrodotto, anche se ovviamente solo per essere distrutto, in quanto italiano e perdente, di fronte al neoamericano.

E l’intruglio?

Niente paura!

Maccarone mi hai provocato pastaServirà per sostentare il gatto e far fuori le cimici.

Uno spot migliore, a della pasta in bianco e ad un fiasco di rosso, sarebbe difficile farlo anche oggi.

E buon appetito!

Maccarone mi hai provocato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.