Note di Bianco 2019 il grillo in purezza di Alessandro Viola

Semplice non vuol dire banale, specialmente in questo caso.   Alessandro Viola da Alcamo (TP) è un vignaiolo che sa il fatto suo, e il suo Note di Bianco 2019, un Grillo in purezza, pur nella sua linearità senza spigoli a naso e palato, non delude affatto, anche e specialmente perché fatto (in vigna & cantina) con tutti crismi necessari per meritarsi l’aggettivo di “naturale”, cioè… senza enoporcate e/o alchimie degne di Giuseppe Balsamo alias Cagliostro.

note di bianco alessandro viola etichetta retro

note di bianco 2019 

Giallo un po’ opaco al calice, subito al naso palesa un bell’erbaceo e note di frutta bianca che, a tratti virano sull’amaro, ma dopo l’evoluzione il tutto si stabilizza su note più floreali. 

note di bianco 2019

In bocca è fresco e ben strutturato, ma non avvolgente oltremisura  e sapido quanto basta per non scardinare il bell’equilibrio complessivo delle varie componenti sensoriali.

Il finale è mediamente lungo, in ogni caso quanto basta per accompagnare con brio e senza dissonanze una bella e ricca frittura di paranza casalinga, come testimonia la foto a cena ormai finita…

Alessandro viola note di bianco 2029 bottiglia e frittura

Note di bianco 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.