5 commenti su “Je Suis Charlie”

  1. Scusatemi se ritorno su questo tema…
    Oltre questo sito di gastronomia e affini, ne seguo anche parecchi altri.
    Senza voler sollevare polemiche e guerre di “opportunità” o meno, devo dire che ho trovato solo tre siti che spontaneamente hanno aderito a questa campagna.
    Beh, trovo vergognoso che siti molto seguiti e di gran rilievo nel mondo enogastronomico abbiano semplicemente ignorato bellamente quello che é accaduto in Francia. É una vergogna!
    Come é possibile far questo?
    La libertà di espressione passa anche nel parlare senza remore o censure… Anche di un panino o di una bittiglia di vino

    Rispondi
  2. Doveroso atto di solidarietà e presenza, ancor di piú in un sito come questo – non é piú il tempo di mettere la testa sotto la sabbia.

    Je Suis Charlie

    Rispondi
  3. Non toglieteci la libertà di pensare, di criticare, anche di essere blasfemi o irrispettosi.

    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie
    Je Suis Charlie

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.