Gewurztraminer di Jean Ginglinger – Una coltellata sensoriale!

Ok, tutti d’accordo: il Gewurztraminer è uno dei vitigni aromatici per eccellenza 

Però, per favore e per l’ennesima volta: non ibernatemi anche il Gewurztraminer di Jean Ginglinger un piccolo capolavoro da vendemmia tardiva, prodotto nel cuore dell’Alsazia con metodi naturali (ben oltre la semplice biodinamica) da una famiglia di vignaioli attiva in zona già dal 16° secolo!

Gewurztraminer di Jean Ginglinger insegna del domaine

Non ibernatelo perché oltre a seviziarlo e renderlo afasico, vi perdete una prodigiosa coltellata sensoriale che, qui arriva già a bottiglia appena stappata!

Appena fresco va bene, ma se osate berlo sotto i 15 gradi, un altro genere di coltellata ve la do io (affatto sensoriale) e subito dopo vi faccio a pezzi l’enofrigo (sempre se lo avete), il tutto alla faccia delle sacre enoscritture & “consuetudini” che prescrivono diversamente!

Gewurztraminer di Jean Ginglinger bottiglia e calice visti da sopara

Al naso deflagrano subito tanti sentori… 

La bella mineralità si intreccia con le impetuose note floreali, dove rose, albicocche e un miele tendente all’amarotico (che non ben identifico), agilmente tracciano la sinopia sensoriale che introduce a questa magnifica interpretazione del Gewurztraminer.

La pesca gialla lambisce e amplifica i vari sentori fruttati, così il calice si apre anche profumi esotici, incluso un singolare litchi accompagnato da note di mango su tutti.

Ma, perfino dopo una partenza al fulmicotone come questa, la progressione olfattiva continua, con spezie dolci, note di erbe e fiori di campo…

Al palato senza se e senza ma il Gewurztraminer di Jean Ginglinger merita l’aggettivo opulento.

Ricco e avvolgente, morbido e fruttoso, straordinariamente equilibrato anche grazie a una piacevole e ben leggibile sapidità che ben si stempera nella indubbia freschezza.

Gewurztraminer di Jean Ginglinger

Evolvendosi, un cenno di mandorla amara vivacizza ulteriormente il sorso, rinvigorendolo e traghettandolo verso un finale lungo ma non lunghissimo, almeno quanto le premesse potevano far sperare.

Grande, grandissima beva, pieno, intenso, godibile e… probabilmente il più bel naso di floreale mai incontrato in un vino.

Da bere a secchiate, senza ritegno alcuno


Domaine GINGLINGER Jean & Fils

6 Rue du Fossé,

68250 – Pfaffenheim, Francia

+33 389 49 62 87

http://www.ginglinger-jean.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo messaggio sui cookie non piace a te e non piace a noi di www.gastrodelirio.it, però siamo legalmente obbligati a dirti che li utilizziamo per rendere questo sito usabile. Cliccando con il mouse sopra questo testo presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Leggi di più. View more
Cookies settings
Accept
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active
This site uses cookies - small text files that are placed on your machine to help the site provide a better user experience. In general, cookies are used to retain user preferences, store information for things like shopping carts, and provide anonymised tracking data to third party applications like Google Analytics. As a rule, cookies will make your browsing experience better. However, you may prefer to disable cookies on this site and on others. The most effective way to do this is to disable cookies in your browser. We suggest consulting the Help section of your browser or taking a look at the About Cookies website which offers guidance for all modern browsers
Save settings
Cookies settings