Evoluzione naturale 2024 – Considerazioni a bocce ferme

Gastrodelirio non è stato e mai sarà un luogo (virtuale…) che nello “stare sul pezzo” ha la sua ragione d’essere e, aggiungo, che le manifestazioni grandi e piccole dedicate al vino naturale in Italia ormai sono tante, ormai una piccola moda

Partiamo da questa ipotesi… 

Così, noi di Gastrodelirio delle cose e degli avvenimenti finiamo sempre per parlarne a posteriori, come si suol dire… “a bocce ferme”.

Analizziamo, giudichiamo, prendiamo tempo, e solo se è il caso scriviamo, altrimenti, meglio il silenzio.

Si chiama diritto di critica, costruttiva.

E… così, senza colpo ferire anche Evoluzione Naturale 2024, la bella e ormai consolidata kermesse che da cinque edizioni attira visitatori e appassionati a fine gennaio in quel di Grottaglie (TA) è andata in archivio, e come quelle precedenti, è però finita in quello non troppo affollato delle cose belle e davvero ben riuscite.

Senza se e senza ma un successo, il livello medio delle aziende presenti decisamente alto!

Come sempre, una bella festa tutta dedicata al vino naturale, più che un ingessato e asettico salone.

Evoluzione naturale 2024 grottaglie espositori e bella atmosfera

Più di sessanta aziende da ben cinque nazioni e, tantissime etichette che il folto pubblico ha potuto scoprire e degustare.

Però, limitarsi alla mera cronaca, magari infarcendola di belle e alate parole sui riusciti momenti vissuti durante i due giorni a Grottaglie sarebbe riduttivo.

Bandite (ma mica proibite…) uniformi & tastevin, Evoluzione Naturale 2024 è stata una due giorni dedicata al vino naturale, quello “scapigliato godereccio, belloe libero da lacci e laccetti per non parlare delle tante e superflue ritualità da iniziati o da corporazioni, in divisa e non che tanto vanno per la maggiore nel cosiddetto “vino convenzionale”

A questo punto, senza stilare classifiche o elargire patenti di “bontà” (o meno…), e premettendo che NON ho assaggiato tutto quello presente sui banchi perché da sempre ritengo arduo e velleitario il restare realmente lucidi e obiettivi dopo tour de forces di centinaia di assaggi, pur se in dosi omeopatiche in singole sessioni…

Già: non credo affatto nei superpoteri sensoriali dei sedicenti serial taster fieri delle loro centinaia di vini assaggiati a raffica in tempi da centometrista.

I sensi, piaccia o meno si saturano per tutti, anche per i migliori.

Così, ben più modestamente, voglio offrire qui ai lettori una carrellata sulle aziende e i vini che più o meno per emotività e correttezza hanno impressionato i miei sensi, degustati in questa due giorni fatta di assaggi rilassati e attenti, tutta trascorsa in una bella e godibile atmosfera di nonchalance inimmaginabile altrove…

Tra tutti vini che ho degustato esaminandoli con la giusta calma e, delle aziende che li producono, eccovi qualche foto e in qualche caso qualche descrizione…


Tenuta Macchiarola

La loro inarrivabile Verdeca è ormai la pietra di paragone per tutti quelli che si cimentano con questo vitigno, e qui ne abbiamo tutte le prove! Santi subito!

Evoluzione naturale 2024 Tenuta macchiarola verdeca

Una sorpresa, una vera batteria di sensazioni “forti” in crescendo ad ogni assaggio, oltre che una dimostrazione di eleganza (non solo formale) che ci arriva da una viticoltura troppe volte trattata con sufficienza, almeno qui a sud delle Alpi. Da bere a secchi!

Evoluzione naturale 2024 grottaglie Weingut Ernst triebaumer Austria


Ca’ Sciapagne

Vini impeccabili che guardano molto al territorio e, proprio come chi li produce, sono sontuosi, godibili e alla mano nello stesso tempo. Unica unità di misura per chi li vuol acquistare, anche al dettaglio, è la “cassetta”.

Di meno sarebbe un peccato!

Evoluzione naturale 2024 Grottaglie Tenuta Ca' Sciampagne

Stemberger – Slovenia

Dio non gioca a dadi con l’universo affermava Einstein… però con i vini ci ha giocato eccome, perché per nostra fortuna ha punteggiato una nazione così piccola come la Slovenia con così tanti bravi vignaioli

Evoluzione naturale 2024 grottaglie stemberg vini naturali slovenia


Nord und Sud – Austria

Dai nostri vicini di casa d’oltre Brennero ecco un’altra azienda che partendo da fondamentali e “manico” impeccabili ci regala cose egregie in calice con assoluta nonchalance. Così, senza colpo ferire, per un po’ ci si sente tutti sudditi mitteleuropei di Cecco Beppe e Sissi come nei tempi del bel Danubio blu..

Evoluzione naturale 2024 grottaglie nord und sud austria natural wines


Flavia Rebellious Wines – Sicilia

In nomen omen in tutto e per tutto… Sicilia di certo, ma quella moderna che non si fa ingabbiare e che sperimenta strade nuove, anche sul vino.

Teniamoli d’occhio, la stoffa c’è e si vede tutta, così come la voglia di fare, dentro e fuori dei calici.

Evoluzione naturale 2024 grottaglie Flavia Rebbelious wines

Denis Montanar – Friuli Venezia Giulia

Poco da aggiungere, uno dei padri nobili del vino naturale italiano, da tempi non sospetti. Non sbaglia mai un colpo, neanche per… sbaglio!

Evoluzione naturale 2024 Grottaglie Denis Montanar vino naturale friuli venezia giulia


Terre grosse – Veneto

Fanno un gran bel lavoro specialmente sul Glera, e già per questo andrebbero santificati subito, in contrapposizione a tutti quei disgraziati che nei bar da Lampedusa al Brennero chiedendo il famigerato “prosecchino” trangugiano acriticamente banalissimi solfitini, felici di tutto e di più.

Evoluzione naturale 2024 grottaglie azienda Terre Grosse


Azienda Di Pietro – Irpinia

Coraggiosi, giovani, incoscienti forse… in ogni caso bravi anche per i non trascurabili attimi di felicità che regalano a chi si approccia ai loro vini. Lasciamoli assestare un altro poco e di sicuro faranno ancora meglio di quello che già fanno bene, ora.

Evoluzione naturale 2024 grottaglie azienda di pietro Melito Irpino


L’archetipo – Puglia

Cosa altro aggiungere per chi già fa cose più che egregie?

Che ne dite di proporre anche loro per la santità enoica con procedura d’urgenza? evoluzione naturale 2024 

Evoluzione naturale 2024 grottaglie azienda archetipo


2Vite – Campania

Il professor Moschetti (lo è realmente in università!) sa benissimo cosa fa e sussurra ai Saccharomyces Cervisiae (rigorosamente indigeni) in dialetto napoletano come ben fermentare. Aglianico e Piedirosso sono nelle migliori delle mani possibili e i risultati si vedono!

Evoluzione naturale 2024 Grottaglie 2vite

Sept Winery – Libano

Dal paese dei Cedri non arrivano solo notizie cattive ma anche quella positiva di un giovane che con bei presupposti, da un po’ si è affacciato sul modo del vino con ottimi risultati. Quelli dello Chateau Musar non sono più soli!

Evoluzione naturale 2024 grotaglie sept winery libano vino naturale libano


Eraldo Dentici – Umbria

L’azienda è giovane, ma a degustare i vini non lo diresti affatto. Poca scena e tanto, tanto costrutto e una copiosissima dose di piacevolezza che è il vero bonus di questi bei vini, per i quali anche qui propongo come unità di misura per l’acquisto la “cassetta” (minimo…)


Don Carlo – Abruzzo

I due baldi giovanotti/e abruzzesi li ho visti crescere e, un passettino alla volta migliorarsi e… alla fine la maturità è arrivata. La mano in vigna e cantina è sicura e i risultati si vedono chiaramente nei calici!


Il vino naturale esiste, eccome che esiste, ed è solo quello senza difetti che è degno di esser chiamato tale (la prossima volta che sento ancora qualche produttore naturale” spacciare marchiani difetti come “voce ed essenza del territorio”, lo prendo a pedate nel di-dietro!

Tutto questo, senza trucchi e senza la stampella della “chimica” in vigna e cantina, con buona pace dei tanti detrattori o, degli ignavi benaltristi amanti del “se” e del “ma” ad ogni occasione… evoluzione naturale 2024


P.S. Per la cronaca, tra tutti i vini assaggiati dal sottoscritto solo due, curiosamente provenienti dalla medesima azienda, hanno palesato qualche difetto, che pur se non macroscopico era chiaramente leggibile.

Statisticamente la cosa ci sta, una bottiglia fallata e birichina è nell’ordine delle cose anche nel mondo del “convenzionale”…

Però, con discrezione, tatto ed etica professionale, ho preferito avvisare privatamente il vignaiolo della cosa.

Si chiama critica costruttiva…

evoluzione naturle 2024

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo messaggio sui cookie non piace a te e non piace a noi di www.gastrodelirio.it, però siamo legalmente obbligati a dirti che li utilizziamo per rendere questo sito usabile. Cliccando con il mouse sopra questo testo presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Leggi di più. View more
Cookies settings
Accept
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie nameActive
This site uses cookies - small text files that are placed on your machine to help the site provide a better user experience. In general, cookies are used to retain user preferences, store information for things like shopping carts, and provide anonymised tracking data to third party applications like Google Analytics. As a rule, cookies will make your browsing experience better. However, you may prefer to disable cookies on this site and on others. The most effective way to do this is to disable cookies in your browser. We suggest consulting the Help section of your browser or taking a look at the About Cookies website which offers guidance for all modern browsers
Save settings
Cookies settings