Antica Trattoria da Vittoria Antica Trattoria da Vittoria Schiavi d'Abruzzo - Gastrodelirio

Antica Trattoria da Vittoria Schiavi d’Abruzzo

Antica Trattoria da Vittoria Schiavi d’Abruzzo

Di Serena Manzoni

Qualche anno fa decisi di venire in Molise. Come sempre vacanze fuori stagione… era ottobre e speravo in un’ottobrata dal sole basso e piacevole, ancora caldo anche se dalle giornate sempre più corte e un po’ malinconiche. Non mi piace fare vacanze in agosto e non ho mai trovato occupazioni che me lo permettessero. Come al solito mi ingannavo..

l’Adriatico mi regalava una settimana di pioggia, di freddo e di strati su strati di abiti per resistere ai fortunali. Comprai un ombrello, incontrai la persona per cui poi mi trasferii in Molise ed iniziai a gironzolare per paesi e ad assaggiare la cucina di questi luoghi. Cucina povera, legata alla pastorizia ed ai prodotti semplici dell’agricoltura, come molte cucine regionali, ricca di ricette di recupero e di fantasia per sostituire quello che non c’era con il poco che invece era disponibile, spesso con risultati gustosi.

Antica Trattoria da Vittoria Schiavi d'Abruzzo

Le prime pallotte cace e ova che ho mangiato sono quelle dell’Antica Trattoria Vittoria a Schiavi d’Abruzzo e devo ammettere che, fino a questo momento, rimangono imbattute, almeno per il mio gusto. Da quel momento infatti, un po’ per gioco e un po’ perché sono un piatto goloso, quando le trovo in qualche ristorante, le provo sempre. Faccio confronti e cerco di ricordare consistenza e sapore di quelle che ho in memoria, stilando una personalissima classifica trasformatasi ormai in un piacevole tormentone.

Per chi non lo sapesse ancora, le pallotte sono delle polpette dove alla carne si vanno a sostituire pane raffermo, uovo e avanzi di formaggi (a volte aglio e prezzemolo a volte no) fritte e poi servite con un sugo di pomodoro e peperoni. Vorrei segnalarvi la ricetta esatta, ma non è davvero possibile. Ognuno ha la sua e naturalmente è la migliore; un lato divertente del tormentone è quello di chiedere, quando si presenta l’occasione, suggerimenti e consigli per riconoscere e magari poter realizzare la pallotta perfetta. C’è chi non le frigge ma le scotta in acqua bollente, c’è chi le fa grosse e chi le fa piccole, tonde o lievemente schiacciate, con o senza prezzemolo e aglio e con o senza il peperone nell’intingolo. Ho anche provato a cucinarle raggiungendo un risultato dalla consistenza accettabile ma incredibilmente sapide per aver utilizzato solo pecorino romano come formaggio, tralasciando il buonsenso e i consigli accumulati fino a quel momento.

E ora potete mettervi in viaggio per Schiavi d’Abruzzo. Amo gironzolare per i paesi di questa parte d’Appennino (ma non solo) e riempirmi di paesaggio percorrendo strade lente tra campi e boschi e le case dei centri storici spesso svuotate dall’emigrazione e dalla storia.

Passeggiare per le vie dove non mancano mai fiori e piante alle porte e alle finestre, cercare di trovare quel non so che che rende ogni paese diverso dall’altro, avere voglia di parlare con le poche persone nella piazza e non farlo per timidezza. L’Antica Trattoria Vittoria si trova in una contrada di Schiavi d’Abruzzo, ma fermatevi un poco lì prima di andare a mangiare. Magari troverete le case nascoste da una nuvola ma oltre le ginestre con stupore potrete vedere le Tremiti in lontananza. Le pallotte a quel punto saranno ancora più buone e con loro la ventricina, le paste, il tartufo e il mitico pollo al mattone.

antica trattoria da vittoria
Uno scorcio di Schiavi D’Abruzzo

Antica Trattoria Vittoria – Frazione Valloni 5
Schiavi d’Abruzzo (CH) – Tel. 0873/970250
vittorio@turismoinabruzzo.it

 

Un commento su “Antica Trattoria da Vittoria Schiavi d’Abruzzo”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.