Nelle Terre di Bacco – Il Vino raccontato dalla viva voce dei protagonisti…

Di Fabio Riccio

Campania.

Caleidoscopio di identità che non è solo Napoli, città tutt’ora strutturata come una capitale, ma luogo di mille sfumature che dal lancinante bello della costiera amalfitana (e delle isole) e del poco valorizzato Cilento in poco più di un’ora catapulta dal mare ai sorprendenti paesaggi quasi alpini dell’alto avellinese e del Matese.

Luoghi, dove quasi ovunque il nettare di Bacco ha da tempi non sospetti, casa e tenaci interpreti

Mille e mille sfumature di una regione che pur se con numerose e radicate eccellenze, in campo enoico solo negli ultimi decenni ha finalmente conquistato il suo posto al sole, di pari passo con la diffusione della viticultura di qualità anche in zone un tempo messe ai margini.

Ma… c’è anche un silente arcipelago di tante eno-campanie fatto di coraggiosi piccoli vignaioli che, lontani da riflettori e grandi numeri, sta iniziando a riscrivere dal basso la storia enologica di questa regione.

Nelle terre di Bacco Bruno de Conciliis copertina libro

Di questo vero e proprio fenomeno ne scrive con cognizione di causa in un bel libro Bruno de ConcilIis, cilentano di Prignano Cilento (SA), lui stesso fino poco tempo addietro vignaiolo in servizio permanente effettivo, semplicemente lasciando parlare in prima persona alcuni dei protagonisti di questo rinascimento.

Dieci vignaioli, dieci storie, dieci approcci alla viticultura non convenzionali e lontanissimi dai grandi numeri, narrati in sedicesimi con il piglio del cronista e il rigore dello storico.

Dieci storie di perseveranza in direzione ostinata e contraria, da quelli apertamente schierati sulle barricate del “vino naturale”, ad altri che hanno iniziato transizioni verso modelli più green e sostenibili, fino ad arrivare a chi per precisa scelta, ha deciso di muoversi in una pura e semplice dimensione artigiana.

Tutti però, con alcuni comuni denominatori: quello dell’essere visceralmente radicati nel territorio, quello della dimensione ridotta, spesso familiare delle loro aziende, e della voglia di fare il “loro vino” senza ne’ cedimenti ne’ compromessi. Nelle terre di Bacco 

nelle terre di bacco casebianche la cucina di Pasquale e betty

Strade da dove pian piano i risultati stanno arrivando, sia da chi ha recuperato il racconto del territorio abbandonando la città, sia da chi invece dal territorio non si è mai mosso…

Storie: ognuna diversa, ognuna uno spicchio di vita e sudore.

Nelle terre di bacco Bruno de Conciliis cantina e botti

Bruno De Conciliis, novello Stanislavskij, le racconta calandosi fino all’estremo nei panni dei protagonisti, semplicemente lasciando loro la parola.

Una narrazione agile, a tratti impetuosa ma sempre coinvolgente, perché è nelle storie di chi torna (o resiste) con vitalità nelle aree impervie e periferiche, che ci sono le premesse per un nuovo modo di interpretare l’agricoltura e per ridisegnare schemi ormai consunti.

Nelle terre di bacco pensiero sul vino naturale di Pasquale Mitrano Casebianche
Il condivisibile pensiero sui limiti del vino “bio” di Pasquale Mitrano di Casebianche

Lettura consigliata a chi ama il vino nella sua essenza, il piacere e la condivisione, ancor di più per chi ne apprezza la dimensione artigiana.

Lettura sconsigliata a chi al vino chiede solo etichette “importanti” dai suffissi roboanti che, trasformandolo (spesso a caro prezzo…) in un mero status da esibire, ne obnubilano l’essenza.


Bruno De Conciliis – Nelle terre di Bacco

Dieci vignaioli che hanno cambiato il vino in Campania

Prefazione di Saverio Petrilli

Edizioni dell’Ippogrifo

Via Marcullo 39/D – 84087 Sarno (SA)
Tel. 081 517700 – 347 050 3455

info@edizionidellippogrifo.it

Nelle terre di Bacco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.