Montemarino 2004 Bellotti – Una domenica a pranzo alla cieca

Di Lorenzo Tuffanelli,

La carta dei vini non c’è, ma le bottiglie esposte, qui e là, utilizzate anche come vasi per fiori, parlano chiaro.

Siamo nel posto giusto. Montemarino 2004 bellotti

Montemarino 2004 bellotti lottatoreDopo aver scartato la prima idea di una bottiglia, propongo a Ivan di affidarci alle mani e al cavatappi del cantiniere e affrontare il pranzo domenicale a colpi di calici. Saggia decisione.

Alla terza ripresa la bottiglia è incappucciata proprio come un lottatore di wrestling. dall’identità segreta.

I calici vengono irrorati, scrutiamo attentamente “l’avversario”, temiamo orgogliosamente la figuraccia.


Giallo dorato, traslucido e cangiante.

Montemarino 2004 bellotti bottiglia misteriosaNaso elegante, floreale e fruttato con venature minerali.

Iniziamo a confabulare, i ricordi ci portano a sapienti e ben fatti Verdicchi nostrani e anche a grandi Chardonnay d’oltralpe.

La bocca è sapida, da un lato leggermente dolce e pungente dall’altro.

Lunga la persistenza.

Siamo di fronte a un fuoriclasse, forse un bel Timorasso.

Ci proviamo, niente da fare. Montemarino 2004 bellotti

L’unico indizio è: «lo conoscete»Montemarino 2004 bellotti

Prima di consumare tutte le molecole volatili ci arrendiamo, in modo tale da poter assaporare il rimanente liquido in piena consapevolezza.


L’oste svela l’arcano e scappuccia la bottiglia esclamando «è un Bellotti!!».

Già, un Cortese 100%, un Montemarino 2004 Bellotti

Sbalorditivo! Montemarino 2004 bellotti

Senza parole. Montemarino 2004 bellotti

Montemarino 2004 bellotti caliceConvinto pioniere della biodinamica italiana, il grande Stefano Bellotti dall’omonima vecchia vigna (Montemarino), in cima a uno dei colli più alti del Gavi, su terreni calcarei esposti a sud, vendemmia uve ben mature per vinificarle in legno di rovere con tre giorni di macerazione.

Il vino matura lì per un anno e, una volta imbottigliato, vista l’annata appena degustata, la longevità è garantita.

Cascina degli Ulivi – Azienda agricola biodinamica ed agriturismo

Strada Mazzola, 14

15067 – Novi Ligure (AL)
Tel. 0143 744598

http://www.cascinadegliulivi.it
info@cascinadegliulivi.it

Lorenzo Tuffanelli

A proposito di Lorenzo Tuffanelli

Perito agrario, laureato in viticoltura ed enologia ho sempre lavorato nel campo della ristorazione. Partito come cameriere extra del fine settimana, sette anni fa ho aperto una mia attività a Milano. Ora vorrei intraprendere una nuova esperienza seguendo la passione per il buon vino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*