Elogio della sbronza consapevole Elogio della sbronza consapevole

Elogio della sbronza consapevole Piccolo viaggio dal bicchiere alla luna

Elogio della sbronza consapevole.

Piccolo viaggio dal bicchiere alla luna

di Enrico Remmert e Luca Ragagnin

Lettura per assaggiatori di libri

Di Stefano Capone

Altolà!

Non è quello che sembra.

Questo libro è tutto tranne ciò che il titolo potrebbe far presagire.

Non c’è nulla di mansueto in questo scritto di Enrico Remmert e Luca Ragagnin.

Niente di prudente o paternalistico.

L’elogio della sbronza consapevole” è pura follia, ovviamente nel senso migliore del termine.

D’altronde si inizia già con un bell’ossimoro nel titolo.

Il concetto di sbronza consapevole è qualcosa su cui ancora sto riflettendo.

elogio della sbronza consapevoleVolendo raccontare questo libro, immagino i due autori buoni bevitori e ancora più accaniti lettori, che, tra un bel bicchiere e una catasta di libri, mettono insieme citazioni autentiche, probabilmente autentiche e false dalla letteratura di tutto il mondo e di tutte le epoche con un denominatore comune: le bevande alcoliche in ogni forma.

A pensarci un lavoro ciclopico.

Ma non è un semplice libro di citazioni, come racconta anche il sempre sarcastico Bruno Gambarotta nella prefazione: “…quello di R&R è un tutto ricchissimo, superlativo, frutto di letture (e di bevute) sterminate, composto agendo su coordinate spazio temporali amplissime e compiendo scelte che ogni volta sorprendono…”

Finalmente un bel libro senza un inizio e senza una fine.

Che puoi leggere dalla prima o dall’ultima pagina ma che viaggia sempre sul filo leggero dell’ironia.

elogio della sbronza consapevole

Nella loro libero pescare tra gli scritti di sempre e di ogni luogo del mondo, Remmert e Ragagnin ci indicano comunque un percorso di lettura che ci conduce brillantemente in questo viaggio alcolico-letterario.

Si inizia inevitabilmente dai ”precursori”, a seguire i “moderati” e gli “sperimentatori”.

Si passa poi per i “classici” e per gli “esagerati” .

Ed è bello saltare dalle righe auliche e gaudenti di Catullo, Ovidio, Saffo e Virgilio ai versi composti e sospettosi di Alessandro Manzoni o Emily Dickinson.

È sorprendente poi ritrovare affiancati tra gli sperimentatori Totò e Martin Lutero, Boris Vian e Iggy Pop balzando subito dopo tra gli scritti classici di Alfieri, De Amicis, Goldoni e il sempre presente Totò ma stavolta con Peppino.

Inevitabile il passaggio tra le esagerazioni di Bukowsky e affini.

elogio della sbronza consapevoleMa non è certo una catalogazione, non certo categorie di approccio all’alcol.

Grandissima libertà e dissacrazione nel mescolare in questi capitoli personalità anche lontanissime tra loro.

L’itinerario continua poi tra la schiuma di birra de “La Biere di pecheur” (Birra del pescatore o Bara del peccatore?), dove Homer Simpson incontra tranquillamente James Joyce e Arthur Rimbaud.

Un brevissimo passaggio tra cocktail, distillati e liquori in “Gradisce un cordiale? O preferisce un cocktail” in cui Groucho Marx va a braccetto con la Settimana enigmistica e George Orwell.

Si arriva quindi ai capitoli che gli autori definiscono Mondo Shakerato (da I a IX) in cui si passano in rassegna le parole alcoliche delle letterature di varie arie geografiche del mondo.

Mi piace citare il titolo del Mondo Schakerato teutonico “Ciucche in lingua tedesca e più a nord”.

E anche il pop assurge a letteratura alcolica nel capitolo finale “Strawhisky: ovvero appendice musicale incompleta” in cui si cantano e bevono le parole di Leonard Cohen, Francesco de Gregori, Fabrizio de Andrè e tanti illustri musicanti.

Chi non ricorda Sergio Caputo quando canta: “… Bevo per dimenticare il mal di mare viscerale che questa vita mi dà”.

Insomma, un libro folle, da leggere non necessariamente tutto d’un fiato ma da leggere.

Aprirlo e chiuderlo, saltando comodamente da una pagina all’altra senza cercare per forza un filo logico o illogico.

elogio della sbronza consapevole


Elogio della sbronza consapevole.   Piccola biblioteca gastrodelirante di Serena Manzoni

Piccolo viaggio dal bicchiere alla luna

di Enrico Remmert e Luca Ragagnin

Edizioni Marsilio

2004

3 commenti su “Elogio della sbronza consapevole Piccolo viaggio dal bicchiere alla luna”

  1. Adorabile librino!!!!
    Lo terrei sempre sul mio comodino, ma mi frena dal farlo il fatto che la donna che viene per le faccende domestiche a casa, potrebbe equivocare!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.