Festival dei Birrai artigianali a Spoltore (PE)

Festival dei Birrai artigianali a Spoltore (PE)

Di Jolanda Ferrara

Da domani sera (venerdì 19 luglio, dalle 18.30) e fino a domenica 22 appuntamento sul piazzale del Desmond brew pub in via Cavaticchio 15 a Spoltore con il Festival dei Birrai Artigiani Riuniti (Fe.B.A.R.), organizzato dall’associazione culturale Desmond Brew Pub e patrocinata dal Comune di Spoltore.

Prevista la presenza di cinque birrifici di qualità. Oltre a Desmond e Almond ‘22, eccellenze di Spoltore, ci saranno: Foglie D’Erba di Udine, premiato lo scorso anno con il riconoscimento al miglior birraio d’Italia, Garlatti Costa (Udine) e il Birrificio Math (Firenze), pluripremiato a livello nazionale

foglie-d-erba

Non mancheranno stand gastronomici (arrosticini, porchetta e pesce fritto), il banco del Sigaro Toscano che distribuirà gratuitamente sigari speciali e musica dal vivo. “La manifestazione, nata quattro anni fa da una chiacchierata sul Belvedere di Spoltore con Arrigo De Simone” racconta Jurij Ferri “ha l’obiettivo di diffondere la cultura della birra artigianale e promuovere anche un diverso modo di fare imprenditoria. Bisogna ricominciare a credere nelle ricchezze del nostro territorio.

In Abruzzo ci sono 16 birrifici artigianali e presto ne nasceranno altri quattro. Questo festival rappresenta un’occasione per esplorare e raccontare altri territori, perchè la birra è territorio. L’obiettivo è arrivare ad utilizzare materie prime tipiche.

Festival dei Birrai artigianali a Spoltore (PE)
Jurij Ferri

Ad esempio a Spoltore (dove con l’acqua dal Vitello d’Oro di Farindola Ferri produce le sue pluripremiate birre, ndc) in passato esisteva un distretto importante di malto che oggi andrebbe recuperato, e rimesso a coltura anche il luppolo. Così il prodotto birra potrebbe fare il paio con il concetto di identità del territorio, come lo è per il vino e l’olio.

Balzare all’attenzione della ristorazione di qualità, dar vita a nuovi percorsi del gusto rivalutando il rapporto col cibo, e rilanciare l’economia regionale. Per quanto nicchia di mercato – e comunque con un indotto pari a 6 milioni di euro – la birra artigianale abruzzese sta portando lustro alla regione con sempre nuovi premi e riconoscimenti, il problema è l’enorme peso fiscale sulla piccola imprenditoria”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.