Bocconotto Bocconotto diffidate dalle imitazioni... malriuscite - Gastrodelirio

Bocconotto diffidate dalle imitazioni… malriuscite

Di Fabio Riccio

I bocconotti (boconotti, buconotti o altro – a seconda della zona) sono dolci tradizionali in Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia e Calabria con ripieno e pasta, che però a seconda delle località dove vengono prodotti, sono diversi anche in maniera significativa per ingredienti e fattura… è fin qui ci siamo – siamo in Italia, la patria dei tanti campanili dove basta spostarsi di poco e le ricette cambiano, logicamente con il presupposto che ognuno è il solo e unico depositario di quella “originale veramente” (virgolette d’obbligo).

Bocconotto diffidate dalle imitazioni... malriusciteSenza tediare i lettori con storie e leggende riguardo a questo bel dolce, c’è da dire che in Abruzzo & Molise la ricetta del Bocconotto (degli altri bocconotti ce ne occuperemo in qualche altro post) è generalmente la stessa, con minime varianti.

Il gusto si è ormai consolidato sui dettami della ricetta abruzzese di Castel frentano (CH) che prevede negli ingredienti –

Per la pasta: farina, rossi di uovo, zucchero, olio di oliva, liquori dolci (Aurum, Alchermes, e altri...) e bucce di limoni grattugiate

Per il ripieno: acqua, zucchero, cioccolato, mandorle tostate e tritate, cannella, rossi duovo

Scorrendo la lista, fin da subito ci si rende conto che si è di fronte a un dolce ricco dalBocconotto diffidate dalle imitazioni... malriuscite punto di vista del gusto, ma anche non facilissimo da preparare con tutti i crismi. Se poi ne volete sapere di più su come si fa’ un buon bocconoto cliccate qui: http://www.visitterredeitrabocchi.it/cronaca-di-una-ricetta-annunciata-il-bocconotto-di-castel-frentano/

Al sottoscritto il bocconotto piace. Stop, partiamo da questo assioma.

Dal punto di vista gustativo, il bocconotto non è per nulla un “dolcetto” qualunque.

Già la presenza nel ripieno di ingredienti “di pregio” che creano un complesso gustativo-aromatico abbastanza complesso, è indice della “nobiltà” di questo dolce. Aggiungiamoci che molto del profumo del bocconotto proviene dai liquori usati nell’impasto, e il cerchio si chiude.

Il bocconotto: dolce complesso, dolce nobile.

Bocconotto diffidate dalle imitazioni... malriusciteMa considerazioni alcolico-gustative a parte, veniamo al “fattaccio” accaduto sere fa’ casa gastrodelirio.

Serena in un impeto di golosità, decide di comprare dei bocconotti in un noto (e peraltro valido) forno in città. Ci sono ospiti a cena, e qualche dolcetto ci sta proprio bene.

I bocconotti dall’aspetto sembrano davvero belli. Solo a guardarli invitano a mangiarli subito. Così, già prima di cena, pregusto i minuti languidi di suadente dolcezza a fine pasto, che solo un buon dolce può regalare.

Così, a fine cena arriva il tanto atteso (da me…) momento del dolce.

Speranzoso di deliziarmi il palato addento il bocconotto, ma da subito la delusione prende il posto delle aspettative di dolcezza.

Questo bocconotto, esteriormente sembra si’ un bocconotto come tutti gli altri, ma in realtà non lo è.

In bocca, mi ritrovo una sbiadita imitazione solo esteriore di questo dolce.

In pratica, quelli del forno, hanno “rifilato” come bocconotto un tristanzuolo involto di Bocconotto diffidate dalle imitazioni... malriuscitemediocre pastafrolla con chiaro sentore di burro (nel bocconotto abruzzese invece è d’obbligo l’olio extravergine di oliva) e con dentro una crema di più o meno cioccolatosa e abbastanza liquida che ricorda le imitazioni di una nota crema spalmabile alle nocciole (universalmente nota e diffusa) piemontese.

Insomma… il forno ci ha dato ‘na sola – una roba che nullla che vedere con un bocconotto. Una roba che solo nell’aspetto ricorda il complesso ed affascinante sapore del vero bocconotto.

Anche spulciando in giro le ricette degli altri bocconotti, nessuna somiglia minimamente a questo trasandato dolcetto di pastafrolla ripieno di crema scura di ignota progenie, rifilatoci appunto come bocconotto.

Bella roba, eh? Ma chi gli ha dato la “patente” di pasticciere a questi?

Ma… poveri bocconotti! Che peccati hanno mai commesso per essere così bistrattati e trasformati magicamente in dozzinali pasticcini da discount più o meno “hard”?

Ma è possibile che quelli del forno (che per inciso fanno un buon pane) non abbiano mai assaggiato un VERO Bocconotto, e si siano dimostrati così citrulli per decidere di chiamare bocconotto ‘na roba che per sapore e consistenza neanche lontanamente ricorda il bocconotto VERO? A quanto pare si. Comunque sia, finiamo i (presunti) bocconotti, ma nel frattempo meditiamo le peggiori punizioni corporali per il panettiere.

Bocconotto diffidate dalle imitazioni... malriuscite

Il bar Pasticceria 2 emme Orsogna (CH)

In ogni caso, per scacciare via il brutto ricordo di questo “pseudo-bocconotto” lo scrivente mette in moto le sue poche sinapsi rimaste attive, e prova a ricordare dei buoni bocconotti assaggiati in passato.

Il miglior bocconotto mai assaggiato in assoluto, l’ho provato ancora tiepido e straordinariamente suadente qualche anno fa’ in un pomeriggio un po’ storto a Orsogna (Chieti) al Bar Pasticceria 2 emme in Piazza Mazzini, 5 (tel. 0871 86623). Fateci un salto se siete in zona…

Non da meno per gusto e suadenza è stato anche il bocconotto assaggiato Bocconotto diffidate dalle imitazioni... malriuscite quasi come cibo di strada a Crecchio (Chieti), dove in una manifestazione di piazza dedicata alla carne ovina, vi era anche un bello stand della Bottega del Bocconotto di Castel frentano (la patria del bocconotto abruzzese) anche qui lanciatevi in un assaggio è una vera apoteosi del bocconotto… altro che imitazioni!

Evviva il bocconotto!

3 commenti su “Bocconotto diffidate dalle imitazioni… malriuscite”

  1. Mi spiace dirlo, ma proprio ieri in un supermercato in un centro commerciale area Chieti – Pescara ho comprato un vassoio di bocconotti, oltretutto provenienti da un produttore della provincia di Chieti…
    Dire che facevano schifo ed erano immangiabili mi sembra eccessivo, ma con i veri bocconotti avevano poco da spartire… stupidissimi dolcetti senza ne arte ne parte.
    Quasi esattamente come quelli descritti in questo articolo, stanno diventando di moda le imitazioni farlocche?
    Ma dove andremo a finire?

  2. Non se la prendano a male gli amici della calabria, ma il solo e unico, inimitabile, stupendo e saporito bocconotto è quello abruzzese di lanciano e dintorni… Tutti gli altri mi lasciano indifferente, o ancor peggio non mi piacciono per nulla!

  3. L’articolo in effetti mette il dito nella piaga. Anche in abruzzo si iniziano a trovare bocconotti decisamente “imbarazzanti” per come sono fatti male… non parliamo poi di cosa succede in estate nei negozi di alimentari sulla costa… invasione di bocconotti che fanno veramente schifo, compresi certi che di bocconotto hanno solo il nome…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.